#
 
 

EMAIL

email - scriveteci

 

STATISTICHE


free statistics

Il contatore e' stato risettato a zero il 12/6/05. Dal 1998 fino al 12/4/2009 sono passati da qui 374.798 visitatori!
 

 
 


FAQs

D - La psoriasi sul cuoi capelluto può provocare l'indebolimento dei capelli stessi ed una loro più frequente caduta ?

R - Generalmente no; tuttavia sono possibili rari casi di alopecia cicatriziale, quindi grave (in quanto i follicoli vengono distrutti e i capelli non ricrescono), causati da psoriasi severe del cuoio capelluto.


D - Cosa potrei andare incontro con un uso prolungato del flubason emulsione?

R - Il Flubason è un cortisonico fluorurato, quindi piuttosto potente. Gli effetti collaterali causati da applicazioni prolungate di questo farmaco consistono prevalentemente in atrofia (assottigliamento)della pelle. Questo effetto può avere una certa importanza sulla cute delle ascelle, che di per sè è abbastanza sottile, mentre è trascurabile sul cuoio capelluto.


D - Vorrei avere notizie in merito alla Psoriasi Pustolosa e se ci sono centri specializzati.

R - La psoriasi pustolosa è una forma particolare di psoriasi che può manifestarsi in forma localizzata,solitamente alle superfici palmo-plantari, o diffusa. In quest'ultimo caso si presenta come una forma particolarmente grave. I centri per la cura della psoriasi pustolosa si trovano presso cliniche e divisioni dermatologiche in tutta Italia. Sarà opportuno rivolgersi presso una sede comoda dal punto di vista logistico dal momento che questa forma di psoriasi richiede periodici controlli.


D - Quali novità ci sono al riguardo della "psoriasi invertita"?

R - La psoriasi invertita è una particolare forma di psoriasi che predilige le pieghe (ascelle, inguini). Prende questo nome perchè tali zone non sono interessate nella psoriasi classica. Non ci sono particolari novità al riguardo.


D - Esistono dei prodotti per la pulizia della zona sub-ungueale nel caso di affezione da psoriasi?

R - Purtroppo la psoriasi ungueale è molto resistente alle terapie. Per l'ipercheratosi subungueale possono essere utilizzati prodotti cheratolitici a base di urea o le pomate al calcipotriolo. Per la semplice puilizia è invece sufficiente passare uno spazzolino con acqua e sapone.


D - Vorrei sapere perchè si verifica il fenomeno di Koebner, quale è il meccanismo fisiopatologico alla base?

R - Il fenomeno di Koebner è noto sin dalla fine del 1800. Oltre che nella psoriasi può verificarsi in altre dermatosi, come vitiligine, lichen. I meccanismi alla base non sono conosciuti: evidentemente il fatto che un traumatismo possa indurre la comparsa di psoriasi in una zona di cute apparentemente sana indica che tutta la pelle di un portatore di psoriasi è teoricamente affetta dalla patologia.


D - La ciclosporina, usata per la cura della psoriasi, quali benefici e quali problemi può dare?

R - Benefici: remissione, cioè scomparsa, della psoriasi. Problemi: effetti collaterali diversi, dei quali i più importanti sono ipertensione arteriosa, alterazioni della funzionalità renale.


D - Vorrei sapere se l'uso prolungato di pomata a base di cortisone nell'area anogenitale in un bambino (maschio) dell'età di 5 anni circa può essere dannoso ai fini dello sviluppo?

R - L'uso di una pomata a base di cortisone nell'area anogenitale è sempre a rischio per la possibilità di effetti collaterali prevalentemente locali (assottigliamento della pelle, comparsa di strie, follicoliti, granulomi gluteali). Se la terapia è proprio necessaria si consiglia di prediligere i cortisonici meno potenti e di limitare le applicazioni a pochi giorni.


D - Si possono applicare creme emollienti-idratanti sulle macchie psoriasiche al viso,intorno al naso e sotto l'occhio, che è una zona molto delicata?

R - Certo, è bene applicare emollienti sul viso


D - Ho una sorella che soffre di psoriasi in maniera diffusa su tutto il corpo con localizzazione su gomiti e cuoio capelluto. Intorno alla corona della testa vicino alla nuca è ridotta in condizioni penose. Ora le sono uscite fuori anche due ghiandolette sul collo. Le due ghiandolette possono essere apparse a seguito di una infezione della psoriasi sul cuoio capelluto? Che terapia dovrebbe adottare in questo caso? Lei usa sul corpo protopic ma sul cuoio capelluto è praticamente impossibile metterlo con costanza. Lì saltuariamente usa Betamousse.

R - Si potrebbe trattare in effetti di infiammazione legata al grattamento; in tal caso è bene utilizzare del bettamousse che sta già usando anche tutti i giorni per 15-20 gg e associare terapia antinfiammatoria per bocca per 5-6 giorni se il quadro non regredisse. Se la linfoadenopatia persistesse è bene consultare il medico curante.


D - Lo stafilococco aureo può essere una causa scatenante della psoriasi?

R - Si ritiene che foci di infezione batterica batteri possano scatenare poussee di psoriasi in individui predisposti.


D - Vorrei sapere la differenza tra la parapsoriasi e la psoriasi.

R - Sono due malattie completamente diverse anche se il nome è simile. La parapsoriasi non è geneticamente determinata, in ogni caso non è possibile rispondere in maniera sintetica.


D - Quali potrebbero essere gli effetti di un uso prolungato di bettamousse sul cuoio capelluto. Io utilizzo questo farmaco da oramai un mese ma in maniera non continuativa. Cioè lo metto per un paio di giorni alla settimana poi lavo i capelli e resisto ad usarlo per alcuni giorni, poi riprendo. Gli effetti sono discretamente buoni. Il cuoio capelluto mentre utilizzo il prodotto si ripulisce delle squame e il rossore si attenua. Poi però i problemi ricompaiono. Visto che contiene cortisone è giusto l'utilizzo da me proposto oppure no? Grazie in anticipo per una sua risposta.

R - E' giusto, non ci sono problemi per il cuoio capelluto: la cute in tale area è spessa e se l'uso non è esageratamente continuativo alternando adeguati periodi di sospensione non c'è rischio


D - Mi sto curando per l'artrite psoriasica con methotrexate 10 ml settimana da ormai 8 settimane i risultati sono scarsi e io sono un po'depresso ora mi alzano il dosaggio a 15 ml, c'è qualcuno che ha utilizzato questo farmaco per la mia stessa patologia che mi possa dare delle informazioni?

R - Il farmaco è molto utilizzato con buoni risultati. Ovviamente se non c'è risposta in un periodo di tempo adeguato sarà il caso di cambiare strategia.


D - Sto facendo una cura oramai da mesi spalmandomi prima di andare a dormire del catrame salicilico che mi forniscono in ospedale.Sto avendo dei notevolissimi benefici.Vorrei sapere se il catrame che assorbo attraverso la pelle potrà portarmi dei problemi a lungo andare.

R - Il catrame minerale (coaltar) è stato usatissimo per anni in tutti i reparti dermatologici. A parte l'odore, i risultati ottenuti generalmente erano buoni. Da qualche anno su indicazione dell'Unione Europea non può essere utilizzato nei prodotti a contatto sulla pelle dell'industria cosmetica in quanto ritenuto cancerogeno; può invece essere usato come galenico su prescrizione medica come nel suo caso. Non è così invece negli USA.


D - Un unguento a base di acido salicilico(5%)usato sul cuoio capelluto puó far male a lungo andare?

R - No


D - Ho sentito dire che Oxipor sia cancerogeno. Devo allarmarmi o, per il fatto che lo uso solo in piccole quantità sulle mani una volta al giorno può andare bene?

R - Per l'Unione Europea il coaltar è cancerogeno, per la FDA (USA) no.


D - Vorrei sapere se il PROTOPIC puo essere prescritto dal medico di famiglia o bisogna per forza contattare uno specialista!

R - Puo essere prescritto anche dal medico di famiglia (sempre che ne condivida la prescrizione)


D - Secondo la sua esperienza, si sono mai verificato casi di remissione totale della psoriasi e se sì in che percentuale? Inoltre vorrei sapere se la ricerca medica ha delle news in materia.

R - Le remissioni totali sono possibili, generalmente si parla di remissioni di anni con recidive sempre possibili in quanto il soggetto psoriasico rimane tale per tutta la vita. La ricerca: non si può sintetizzare la risposta in poche righe. La ricerca va avanti, anche se dal punto di vista pratico per il paziente non sembra e le novità teraputiche vengono introdotte in maniera molto graduale. Attualmente si stanno studiando con molto interesse gli inibitori del TNF.


D - Ho iniziato da alcuni giorni la terapia a base di neotigason. Vorrei sapere quando si vedono i primi effetti, se la psoriasi scompare totalmente e se ha degli effetti collaterali.

R - E' un po' più lento rispetto ad altri farmaci, ma solitamente ben tollerato. Tra i 3 farmaci per via orale disponibili in Italia lo collocherei per potenza al terzo posto, ma è più maneggevole per gli effetti collaterali se escludiamo la problematica delle donne. La secchezza delle labbra è quasi la regola, gli altri effetti collaterali possono insorgere in casi particolari. Necessario controllare i lipidi (trigliceridi) che possono aumentare e la funzionalità epatica.


D - Ho effettuato l'undicesima lampada UVB della durata di 2,5 minuti, come per le precedenti, dopo di circa un'ora di esposizione ho avvertito il solito evidente arrossamento con conseguente prutito, ma a differenza delle altre volte la pelle sembrava praticamente ustionata, giacchè oltre ad essere molto arrosata si sono evidenziate sulla pelle addirittura delle crosticine come da ustione. Vorrei sapere se questa è la normale reazione o se eventualmente dovrei sospendere?

R - Può succedere salendo con le dosi; meglio fermarsi per qualche giorno.


D - Come devo fare per sapere dov'è il centro più vicino a me per fare fototerapia mirata?

R - Non è detto che ci sia una struttura che fa fototerapia mirata. Potrebbe comunque effettuare una normale fototerapia; contatti innanzi tutto il reparto di Dermatologia dell'Ospedale e dell'Università.


D - A seguito ricovero per intervento chirurgico ho seguito un trattamento flebo, a seguito di questo le macchie si sono volatilizzate, ricomparse dopo alcuni mesi. Nessuno dei medici mi ha saputo dare una risposta, è già successo qualcosa di analogo e qualcuno sa cosa può essere di preciso?

R - Dipende se nelle flebo c'era qualcosa che potrebbe aver agito nella psoriasi o meno.


D - Perche' la psoriasi attacca certe parti del corpo e non altre?

R - Il difetto genetico è in tutte le cellule; lo sviluppo delle manifestazioni macroscopicamente visibili si realizza solo in alcune zone.


D - La Psoriasi riguarda solo lo strato in superfice della pelle o anche le parti in profondita'?

R - Solo epidermide e derma.


D - Il protopic va messo anche sulle chiazze bianche ho solo su quelle rosse squamose?

R - Solo sulle chiazze rosse squamose.


D - Se io metto il protopic la domenica sera fino al martedì compreso poi smetto per tre giorni, sabato e domenica prendo il sole va bene ho mi può dare dei problemi?

R - Per la fotosensibilità dovrebbe essere sufficiente evitare per 2-3 gg l'applicazione anche se su questo dato non ho al momento informazioni certe e confermate, essendo il farmaco non ancora nell'uso clinico ufficiale in Italia.


D - Volevo chiedere al Dr. Di Lernia la sua esperienza con la cura della ciclosporina, con i suoi pazienti quante remissioni complete ci sono state? in quanti casi la psoriasi è ricomparsa?

R - La ciclosporina è un farmaco molto efficace forse il più efficace, la risposta è molto buona nella maggioranza dei casi che vanno incontro a remissione completa, in altri una remissione parziale. Il problema in questi casi è la recidiva alla sospensione, che in alcuni casi avviene subito già dopo 1-2 mesi, ma non è la regola in quanto ho seguito diversi pazienti che hanno avuto recidive molto distanziate nel tempo. Esiste inoltre una tossicità (renale) a lungo termine che si realizza con trattamenti continuativi (esempio 2 anni). L'ideale pertanto è fare trattamenti di 2-6 mesi con intervalli di sospensione; essenziale il controllo periodico del sangue e delle urine. Sono stati osservati casi di linfomi in pazienti trattati, ma non è possibile stilare percentuali, perchè sono casi molto rari rispetto alla totalità dei casi trattati.


D - Ho un artrite psoriasica deformante, ho provato tante cure, attualmente mi sto curando giornalmente con capsule ARAVA 20 mg e ogni 10 giorni faccio una puntura di diaminocillina.
Mi piacerebbe sapere dal dott. se la cura è troppo forte e che effetti collaterali può avere.

R - Si tratta di un immunosoppressore, gli effetti collaterali sono legati ad un possibile calo di globuli bianchi e piastrine e a rialzo delle transaminasi (insufficienza epatica). Non ne ho esperienza diretta in quanto è farmaco utilizzato solo da reumatologi.


D - Vorrei sapere cosa viene ricercato nel reperto istologico per una sicura diagnosi di psoriasi.

R - L'esame istologico ricerca le alterazioni microscpiche della psoriasi. Ogni patologia dermatologica ha aspetti clinici macroscopici(quelli che si vedono ad occhio nudo) e microscopici o istologici (si vedono con il miscroscopio).


D - Vorrei sapere se per la difesa contro le punture di zanzare è possibile applicare prodotti specifici come l'autan sulle pelle affetta da psoriasi o se dati i componenti aggressivi di tali prodotti è assolutamente da evitare e perchè.

R - Non ci sono controindicazioni all'uso dell'Autan.


D - E' possibile confondere la psoriasi con un'altra malattia della pelle (come ad es. la dermatite atopica)? Ci può essere una forma di psoriasi a piccole chiazze rosse (tipo scottatura)che però non desquamano? Ovvero la desquamazione nella psoriasi volgare è un segno distintivo?

R - La psoriasi entra in diagnosi differenziale con altre dermatosi eritemato-desquamative, quali eczemi, tra cui la dermatite atopica. La forma a piccole chiazze di cui parla lei potrebe essere la guttata in cui la desquamazione può essere modesta o quasi assente.


D - Sto facendo una cura con Sandimmun Neoral. Ne sto prendendo da 18 gg. 3 pastiglie al giorno da 100 mg...peso 85 kg. Il problema è che nn vedo nessun miglioramento...solamente qualche lieve diminuzione delle squame. Volevo chiderle se nella sua esperienza con la ciclosporina ha già verificato la possibilità di assenza di miglioramenti....insomma volevo chiederle se lo sfigato sono solo io oppure la dose può essere bassa.

R - La dose non è bassa ma normale, perchè è leggermente più di 3 mg/kg. Entro 4 settimane si dovrebbero osservare i miglioramenti sperati, caratterizzati all'inizio da riduzione dello spessore delle placche che in seguito dovrebbero anche ridursi ed eventualmente scomparire. Se non succede è bene fare anche un dosaggio della ciclosporinemia per vedere se il farmaco è nel range terapeutico.


D - Quali sono le zone del volto e delle orecchie che sono colpite dalla psoriasi vera e propria (non sebopsoriasi) ? E' vero che la psoriasi vera e propria colpisce raramente nel volto ?

R - È vero che la psoriasi colpisce raramente nel volto. Mi sembra tuttavia dalla sua domanda che lei tenda a differenziare in maniera categorica psoriasi e sebopsoriasi. La sebopsoriasi altro non è che la psoriasi delle aree seborroiche, in quanto non esistono sufficienti elementi clinico-istologici diagnostici per differenziare le due forme.


D - Dopo 3 anni di peripezie per dei dolori ad una spalla e alle anche mi hanno diagnosticato la psoriasi artritica. Ho delle chiazze di psoriasi cutanea nel cuoio capelluto e ho le unghie delle mani un po' rovinate. Per fare una diagnosi di questo tipo occorrono degli esami particolari? Io non ne ho fatti, ma escludendo i reumatismi con le analisi del sangue mi hanno detto che si tratta appunto di psoriasi artritica.

R - In effetti la diagnosi di artrite psoriasica è prevalentemente clinica e di esclusione. Vengono effettuati anche esami di laboratorio e di radiologia per la conferma, ma non c'è un esame specifico.


D - In tutti i tipi di psoriasi vengono le squame al posto della solita tradizionale crosta? In breve quando mi taglio mi viene la psoriasi sulla ferita al posto della "giusta" crosta è normale?

R - Normale, si tratta del noto fenomeno di Koebner.


D - Avendo una leggera psoriasi cutanea, ma da molto ho dei dolori alla spalla per quella artritica, posso sottopormi con tranquillità a lampade ultraviolette e posso sdraiarmi al sole?

R - Certamente


D - Da qualche mese, soffro di dolori alla scapola destra e alle costole sinistre. Siccome non mi passa, nonostante gli antidolorifici assunti, volevo chiedere se è possibile che si tratti di artrite da psoriasi e se così fosse potrebbe causarmi quotidianemente febbre?

R - I dolori che riferisce potrebbero anche essere correlati ad artrite, tuttavia bisognerebbe studiare i distretti radiologicamente. La febbre non appare invece tipica dell'artrite psoriasica.


D - Vado spesso in Africa e come sa la terapia antimalarica è sconsigliata per chi soffre di psoriasi. Anche l'assunzione di Artemisia può essermi nociva?

R - Per quanto riguarda l'artemisia, non ci dovrebbe essere alcun problema per la psoriasi, almeno non sono note interazioni negative, fino ad ora.


D - Può l'artrite focalizzarsi in un solo punto?

R - La psoriasi artropatica può localizzarsi anche su un solo punto.


D - Ho iniziato un ciclo di fototerapia nell'ospedale, nel frattempo posso ugualmente prendere il sole?

R - Non so che tipo di fototerapia sta effettuando: PUVA o UVB?. In quest'ultimo caso non ci sono assolutamente problemi.


D - A causa di una forte infiammazione all'inguine con rossore e prurito, mi è stato prescritto, oltre ad una pomata all'ossido di zinco, un antistaminico per via orale, Formistitin 10 mg. Vorrei sapere se tale terapia può avere effetti sulla psoriasi da cui sono purtroppo affetto.

R - La pomata all'ossido di zinco possiede una certa azione lenitiva, il Formistin agisce sul prurito e l'effetto sulla psoriasi (in senso positivo) ci può essere solo in relazione alla presenza di questo sintomo.


D - Soffro dal 1987 di artrite psoriasica. Ultimamente le ginocchia hanno assunto un diametro spaventoso a causa del liquido sinoviale. Dopo aver fatto una cura di Salazopirina due anni fa con scarsi risultati, mi sono rivolto da circa un anno ad un omeopata, ma anche qui tra alti e bassi sono sempre dolorante. Volevo sapere se nel frattempo ci sono nuovi metodi ( che non compromettano altri organi) per poter combattere questa malattia.

R - La salazopirina è ormai considerata superata, non ci sono tante evidenze che poi funzioni. Attualmente la terapia prevede FANS- Methotrexate- Ciclosporina- Farmaci Biologici. Ovviamente la scelta compete allo specialista valutando il tipo di artrite presente, la risposta alle precedenti terapie, la presenza di controindicazioni o di patologie concomitanti.


D - Alcuni anni fa ho avuto la prima comparsa di psoriasi assai violenta dopo una cura di interferone alfa dal quale non ho ottenuto guarigione. Vorrei riprovare con i nuovi interferoni ma la paura che la mia psoriasi peggiori ulteriormente mi ha bloccato. Desiderei un parere.

R - L'interferon può infatti scatenare o riesacerbare una psoriasi. Se ha già avuto quest'effetto indesiderato è possibile che succeda ancora se venisse trattato con interferone.


D - Volevo sapere se fare un tatuaggio è possibile se hai la psoriasi.

R - Si può fare, ma c'è rischio maggiore di psoriasi sul tatuaggio per il traumatismo.


D - Una malattia come l'AIDS, che abbatte le difese dell'organismo, non dovrebbe provocare una diminuzione della psoriasi ?

R - In linea teorica sì, in realtà sono stati osservati casi molto gravi di psoriasi peggiorate in corso di AIDS. Tale effetto paradosso non è stato completamente spiegato, ma sappiamo ad esempio che il virus HIV potrebbe avere effetto stimolante sulla proliferazione delle cellule dell'epidermide. C'è inoltre un profilo di citochine alterato, una produzione di ossido nitrico indotto dal virus HIV ed un'aumentata colonizzazione della cute da parte dello Stafilococco Aureo, tutti fattori che possono determinare un aggravamento della psoriasi.


D - Soffro di calvizia da molto tempo e vedendo i buoni risultati dell'autotrapianto di capelli son intertessato pero' soffro di psoriasi del cuoio cappelluto e volevo sapere se potevo effettuare l'intervento nonostante questa malattia che ho.

R - Non ci sono controindicazioni nette, certo è bene evitare il trapianto in fase di recrudescenza delle manifestazioni infiammatorie.


D - In farmacia mi è stato detto che non è più in produzione la lozione Alphosyle. Cosa posso prendere come alternativo.

R - I catrami minerali sono stati banditi dall'UE per il rischio di cancerogenicità, per cui non si trovano prodotti analoghi. Sono stati sostituiti dai catrami vegetali che però non sono così efficaci.


D - Mi e' stato detto da un dermatologo che i farmaci biologici fan calare le difese immunologiche, quindi ci si puo' ammalare piu' spesso e abbiamo meno difese per contrastare i tumori?

R - Diciamo di sì, anche se la immunosoppressione avviene su una determinata molecola e non su tutto il sistema immunitario.


D - Vorrei sapere se la ves alta (102) ha a che vedere in qualche modo con la psoriasi o con la ciclosporina per eritrodermia.

R - Con la psoriasi eritrodermica senz'altro. Nella psoriasi a placche normalmente non è elevata, a meno che non si associ anche artrite.


D - Embrel prescritto in reumatologia per artrite psoriasica puo curare anche una psoriasi diffusa o ci vogliono altri dosaggi?

R - Il dosaggio per l'artrite è 25 mg x 2 volte alla settimana: per la psoriasi si può usare la stessa dose oppure la dose doppia che risulta ancora più efficace.


D - Ho avuto un seria disfunzione epatica dovuta all'uso di Neotigason. Quale altra terapia mi può consigliare per una psoriasi pustolosa?

R - Ciclosporina


D - Volevo sapere se la psoriasi durante la gravidanza solitamente aumenta o regredisce.

R - Comportamento molto variabile, non c'è uno standard.


D - Ho letto di nuovi trattamenti quali EFALIZUMAB e AMEVIVE efficaci a lungo termine per la psoriasi, ma per fare queste cure occorre una semplice prescrizione da un qualsiasi dermatologo?

R - Assolutamente no. L'efalizumab è in dirittura d'arrivo con prescrizione in fascia H (ospedale); l'alefacept è indietro per la registrazione in Italia ma seguirà lo stesso iter e finirà in fascia H anch'esso.


D- Da alcuni mesi soffro di psoriasi guttata su gambe, addome, schiena e gomiti oltre alla testa. La dermatologa mi ha curato prima con Diprosalic unguento e Flubason poi per il corpo integrando le pomate con raggi UV mentre per la testa ho sempre usato Diprosalic lozione. Ora visti gli scarsi risultati mi ha consigliato Neotigason a basso dosaggio per 2/3 mesi continuando con i raggi UV. La soluzione però mi preoccupa per gli effetti collaterali (problemi a fegato, reni, perdita di capelli, dolori alle ossa). Volevo domandare se tali effetti sono frequenti. E se è vero che durante la cura è opportuno non esporsi al sole? La procreazione da parte dell'uomo, dopo 2 mesi dall'interruzione della cura, è realmente priva di pericoli per il feto?

R - Gli effetti collaterali quali secchezza delle labbra e della cute, caduta dei capelli sono frequenti, così come l'aumento dei trigliceridi, mentre i restanti effetti (fegato) non sono comuni e possono essere prevenuti con un periodico controllo degli esami. Per i reni non ci sono problemi quasi mai. Il sole può essere preso tranquillamente tanto è vero che viene associata spesso la fototerapia all'assunzione di retinoidi orali. Per la procreazione da parte dell'uomo invece non ci sono problemi.


D - Vorrei sapere se applicando una volta ogni 4 giorni del cortisone (gentalyn B) sul viso alternando tacalcitolo la pelle a cosa andrebbe incontro? Potrei continuare o mi consiglia di allungare l'applicazione 1 volta la settimana ovvero mi potrebbe consigliare altro per tenere lontano le piccole macchie rosse?

R - Non si può predire cosa succede, certo meno lo si usa meglio è. Sul volto sembra funzionare anche il Protopic.


 


NEWS


Nuovo look per il sito di Psoriasis Friends! Fateci sapere cosa ne pensate!

Nuovo Forum in uso adesso!!Potete entrare anche da qui.

Contatore risettato a zero il 6/6/05. Dal 1999 fino al 12/4/09 sono passati piu' di 374.798 visitatori da qui!

 

PENSIERI

Un vero amico è chi sa tutto di te e continua ad esserti amico. (Kurt Cobain)

Anche sul trono più elevato del mondo si è pur sempre seduti sul proprio sedere. (Montaigne)

Le cose migliori e piu belle del mondo non possono essere viste e nemmeno toccate. Bisogna sentirle con il cuore. (Helen Keller)

Nell'uomo non bisogna guardare la bellezza o l'avvenenza: la sua bellezza è la nobiltà d'animo, e la sua avvenenza è il sapere. (Ruiz De Alarcon)

La bellezza non è nel viso. La bellezza è la luce nel cuore. (Kahlil Gibran)

L'unico bene, la condizione fondamentale per una vita felice, è la fiducia in se stessi... nè può renderti felice la bellezza o la forza del corpo: nessuno di quei beni resiste al passare del tempo. (Seneca)

La bellezza non sta nella cosa guardata, ma nello sguardo. (Anonimo)

 

UN NUOVO FIORE

In un tempo lontano, in una bella distesa di grano, nacque un nuovo fiore. Era diverso da tutti gli altri, e le spighe, con il loro dolce ondeggiare cullate dal vento lo guardavano con diffidenza "un estraneo tra noi" dicevano "che sciagura, rovinerà lo splendido panorama che solo noi riusciamo a creare!" A volte lo prendevano in giro, la spiga Gina diceva: "Ma guardati sei proprio strano, sei troppo giallo, sarai malato?". E il fiore dal lungo stelo, si sentiva sempre più solo, sempre più triste, e mentre cresceva la sua testa si chinava in basso, per la vergogna di essere diverso. Le spighe, vedendo che il nuovo arrivato non si difendeva neanche, presero ancora a elogiare le loro qualità una volta raccolte, facendo sentire il nostro fiore ancora più inutile. Dicevano in coro: "con i nostri frutti si fa la farina, con la farina si fanno i biscotti, le torte e pure la pastasciutta di cui ogni creatura ne va ghiotta! e le spighe gemelline gli dicevano: "E tu, dicci un pò,a cosa servi? Secondo noi proprio a niente!" E lo strano fiore si chinava sempre più a guardare la terra! Ma un giorno passò di lì una donna con il suo bambino, e le spighe eccitate dai complimenti che sapevano avrebbero ricevuto, si sussurrarono l'un l'altra a bassa voce: "coprite il buffo fiore, di modo che non lo possano vedere!". Ma il bambino curioso notò lo strano fiore tra le spighe di grano, fece avvicinare la sua mamma, e le chiese: "Mamma cos'è questa pianta, a che serve, perchè è così china?". La donna riuscì a vedere attraverso la sua solitudine e si commosse, versò una lacrima che finì proprio al centro del cuore del giovane fiore, che sentì per la prima volta un'emozione d'amore. "È un girasole, il più bel fiore", disse la mamma, "nato per caso tra le spighe di grano e non sentendosi accettato ha chinato il capo, forse non sa che i suoi tanti fratelli sono talmente belli e talmente fieri da avere il capo eretto per guardare in faccia il sole. E poi, piccolo mio, immagina che questa distesa di grano sia un bel piatto di pastasciutta condita da un filo d'olio, il frutto del suo girasole". Da allora il girasole alzò il capo per guardare il sole da mattina fino a sera, ma senza rancore per le sorelle spighe, che chiesero perdono per il male causato ma soprattutto capirono che un fiore non è peggiore solo perchè diverso, che ogni creatura porta dentro di sè la propria bellezza e lo scopo della propria esistenza, e che invece di canzonarlo per tanto tempo avrebbero semplicemente potuto aiutarlo.

 
 
 

Ultimo aggiornamento - 12/04/2009

© Psoriasis Friends - 1998-2009 - Tutti i diritti riservati
E' vietato la riproduzione e il linkaggio
del contenuto di questo sito senza autorizzazione!

webmaster@psoriasis-friends.it